Articolo del blog

La Polizia ferroviaria ci mette il cuore

Entro giugno 2015 nei posti di Polizia Ferroviaria delle maggiori stazioni italiane saranno installati 60 defibrillatori semiautomatici.
Come sappiamo, la maggior parte degli arresti cardiaci avviene al di fuori dell’ambiente ospedaliero. Per darti un’idea della portata del fenomeno, bastano questi dati ralativi agli Stati Uniti, segnalati da Michele Massimo Gulizia, Presidente dell’ ANMCO (Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri):

  • 96.000/100.000 persone ogni anno negli USA sono colpite da arresto cardiaco
  • La mortalità totale è del 96%

È quindi evidente che una politica di educazione all’utilizzo del defibrillatore e di diffusione sul territorio del dispositivo (in particolare, nei luoghi pubblici) può migliorare sensibilmente la situazione, contribuendo a salvare molte vite umane.

I defibrillatori arrivano nelle stazioni ferroviarie
Da anni la Polizia di Stato ha predisposto per i cittadini colpiti da arresto cardiaco un programma di salvataggio mediante l’utilizzo del defibrillatore. Anche qui, alcuni numeri danno l’idea dell’impegno messo in campo:

  • 295 dispositivi in uso alla Polizia, presenti in 178 uffici
  • 4.100 operatori formati nell’utilizzo del defibrillatore
  • 8 episodi di soccorso con il defibrillatore negli ultimi 5 anni

In questo piano di prevenzione non potevano mancare luoghi affollati come le stazioni ferroviarie, frequentate ogni giorno da tantissimi viaggiatori in transito e cittadini.
Nasce da qui l’iniziativa di dotare i posti di polizia ferroviaria di un defibrillatore esterno, grazie a un’intesa tra l’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie (ANSF), il Servizio di Polizia Ferroviaria della Polizia di Stato (Polfer) e l’Associazione Nazionale dei Medici Cardiologi Ospedalieri (ANMCO), che hanno scelto Philips come partner per la fornitura dei dispositivi.

Il primo defibrillatore è stato consegnato giovedì 11 dicembre alla Polizia Ferroviaria di Roma Termini. Entro giugno 2015, saranno almeno 600 gli agenti formati e abilitati all’uso dei defibrillatori semiautomatici.
“Siamo felici che sia stata scelta Philips per un progetto così importante e di valore sociale come la dotazione di defibrillatori presso i posti di polizia ferroviaria” ha dichiarato Alberto Oggioni, Philips Healthcare Business Manager PCMS. “Da anni siamo impegnati in campagne di sensibilizzazione e informazione sulla possibilità di salvare vite in caso di arresto cardiaco. Non basta infatti la disponibilità della tecnologia, ma occorre sensibilizzare l’opinione pubblica sulle misure pratiche da adottare in presenza di un arresto cardiaco improvviso, istruendo all’uso dei defibrillatori portatili pubblicamente accessibili”.

Ecco l’elenco delle stazioni ferroviarie che entro giugno 2015 saranno dotate di defibrillatore:
Afragola – Ancona – Arezzo – Bari – Bergamo – Bologna C.le – Bolzano – Brescia – Cagliari – Caserta – Civitavecchia – Firenze C.M. – Firenze S.M.N. – Foggia – Genova Brignole – Genova Principe – La Spezia – Lamezia Terme – Lecce – Lecco – Messina – Milano Bovisa – Milano Centrale – Milano Lambrate – Milano Porta Garibaldi – Milano Rogoredo – Napoli Centrale – Novara – Padova – Palermo Centrale – Pescara – Pisa – Reggio Emilia – Rho – Rimini – Roma Ostiense – Roma Termini – Roma Tiburtina – Salerno – Torino Porta Nuova – Torino Porta Susa – Trieste Centrale – Udine – Venezia Mestre – Venezia Santa Lucia – Ventimiglia – Verona – Viareggio – Vicenza – Villa San Giovanni

DAE_romatermini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattordici + quattordici =

Articoli Correlati

Roma, Cardioprotezione al Parco del Colosseo: nuovi defibrillatori grazie alla Fondazione Castelli

Parco Archeologico del Colosseo, Fondazione “Giorgio Castelli onlus” dona 6 defibrillatori Il sito archeologico più

A22 Autobrennero autostrada cardioprotetta

Viaggiare in sicurezza: lungo l’A22, 25 aree con defibrillatore Gli apparecchi sono già stati sistemati

Defibrillatori in Lombardia

La Regione Lombardia è tra le Regioni Italiane con il maggior numero di defibrillatori

Custodiamo il tuo cuore: il piano di cardioprotezione dei Musei Vaticani

Una delle più grandi aree museali al mondo è ora interamente cardioprotetta. I Musei

A Vicenza il progetto “Con il cuore per il cuore”

9 totem DAE con telecontrollo installati da poco in città, grazie a questo e

118 defibrillatori in metropolitana: resoconto sul progetto PRODAE_MI_446

Da poco meno di un mese (14 gennaio 2016), in tutte le 113 stazioni

Richiedi un preventivo

Una linea diretta per richiedere un preventivo

Compilando i dati, riceverete un preventivo in pochi istanti. Un esperto è a Vostra disposizione per rispondere a qualsiasi domanda per scritto o per richiamarVi quando preferite.HS1

Di quanti defibrillatori avete bisogno?

Nome e Cognome

Email (obbligatorio)

Telefono

Eventuali Domande

Ho letto e accetto l'informativa sulla Privacy. (obbligatorio)

×