Articolo del blog

Defibrillatori in Lombardia

La Regione Lombardia è tra le Regioni Italiane con il maggior numero di defibrillatori e di progetti PAD (dall’inglese, Public Access Defribrillation) sul territorio. La presenza di defibrillatori in hotel, condomini, scuole, metro, farmacie, stazioni, piazze, centri sportivi e aziende permette di creare una rete capillare di cardioprotezione nel caso in cui si verifichi un arresto cardiaco.

Numeri e diffusione

Nell’intera Regione sono riconosciuti e ufficialmente segnalati ad AREU (Azienda Regionale Emergenza Urgenza) 5.718 defibrillatori (dato aggiornato al 31/12/2016). A questo numero va aggiunto circa il 10/20% di defibrillatori non censiti perché non dichiarati, i cosiddetti “Wild (o Ghosts) AEDs”. Entrando più nello specifico, la provincia più cardioprotetta è quella di Milano con 1309 defibrillatori, segue Brescia (772), Bergamo (709), Monza e Brianza (465), Varese (406) e Como (373). Le altre province, meno popolate, si aggirano attorno ai 100/200 defibrillatori. Cifre comunque molto alte, che permettono di agire in modo tempestivo in caso di arresto cardiaco.

Nella mappa sottostante sono riportati i defibrillatori ufficialmente segnalati ad AREU:

https://www.areu.lombardia.it/web/home/mappa-dae-lombardia

Lo spot realizzato

Realizzato con il contributo di Iredeem, AREU ha fortemente voluto uno spot sulla rete dei defibrillatori che sensibilizzasse e trasmettesse al pubblico il senso di cardioprotezione che l’articolata rete di DAE permette di dare a tutta la popolazione lombarda.

I principali progetti di cardioprotezione in Lombardia

Sono numerosi i progetti attivi in Lombardia per la diffusione dei defibrillatori sul territorio. Qui ne citiamo alcuni:

  • Brianza per il Cuore, Associazione con lo scopo di promuovere e coordinare tutte le iniziative sociali e sanitarie rivolte a combattere e prevenire le malattie cardiovascolari
  • Gianluca nel Cuore a Brescia, Associazione che mira a diffondere l’importanza delle manovre di primo soccorso e l’uso del defibrillatore semiautomatico come strumento salvavita accessibile ed utilizzabile da chiunque
  • Pavia nel Cuore, un’organizzazione di volontariato che opera per la diffusione massiccia all’interno della popolazione di quelle semplici manovre salvavita che chiunque può mettere in pratica nei primi minuti in caso di arresto cardiaco
  • Progetto Vita Lodi, un progetto con lo scopo di ridurre il numero degli arresti cardiaci sul territorio lodigiano con l’aumento del numero dei defibrillatori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciannove − 17 =

Articoli Correlati

Roma, Cardioprotezione al Parco del Colosseo: nuovi defibrillatori grazie alla Fondazione Castelli

Parco Archeologico del Colosseo, Fondazione “Giorgio Castelli onlus” dona 6 defibrillatori Il sito archeologico più

A22 Autobrennero autostrada cardioprotetta

Viaggiare in sicurezza: lungo l’A22, 25 aree con defibrillatore Gli apparecchi sono già stati sistemati

Custodiamo il tuo cuore: il piano di cardioprotezione dei Musei Vaticani

Una delle più grandi aree museali al mondo è ora interamente cardioprotetta. I Musei

A Vicenza il progetto “Con il cuore per il cuore”

9 totem DAE con telecontrollo installati da poco in città, grazie a questo e

118 defibrillatori in metropolitana: resoconto sul progetto PRODAE_MI_446

Da poco meno di un mese (14 gennaio 2016), in tutte le 113 stazioni

La Polizia ferroviaria ci mette il cuore

Entro giugno 2015 nei posti di Polizia Ferroviaria delle maggiori stazioni italiane saranno installati

Richiedi un preventivo

Una linea diretta per richiedere un preventivo

Compilando i dati, riceverete un preventivo in pochi istanti. Un esperto è a Vostra disposizione per rispondere a qualsiasi domanda per scritto o per richiamarVi quando preferite.HS1

Di quanti defibrillatori avete bisogno?

Nome e Cognome

Email (obbligatorio)

Telefono

Eventuali Domande

Ho letto e accetto l'informativa sulla Privacy. (obbligatorio)

×