Articolo del blog

È ora legge l’obbligo del defibrillatore per società sportive e impianti

Senza defibrillatore non si potranno disputare gare e partite.
I dettagli del decreto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 26 Giugno 2017.

Il Ministro per lo Sport Luca Lotti e il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin hanno firmato il decreto congiunto, che è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 26 Giugno 2017, grazie al quale entra in vigore l’obbligo della dotazione ed impiego di defibrillatori per le società e le associazioni dilettantistiche.

Questo decreto precisa ed integra il decreto Balduzzi del 24 Aprile 2013

L’Italia può ora definirsi l’unico Paese in Europa con una normativa specifica che obbliga sia le società sportive professionistiche sia quelle amatoriali a dotarsi di defibrillatori semiautomatici e di personale addestrato ad usarlo. Si tratta del decreto Balduzzi del 13 settembre 2012 (in vigore dal 24 aprile 2013), considerato una delle legislazioni più all’avanguardia in tema di salute pubblica, ma sottoposto a ben 4 rinvii, l’ultimo dei quali rimandava l’entrata in vigore dell’obbligo al 30 giugno 2017, principalmente a causa delle difficoltà interpretative sulle modalità applicative delle linee guida. Grazie a questo decreto si chiariscono definitivamente le modalità di assolvimento dell’obbligo.

In sintesi il contenuto del decreto

  • Confermato l’obbligo della dotazione del defibrillatore a partire dal 1 Luglio 2017
  • Ogni impianto sportivo deve essere dotato di un defibrillatore semiautomatico o a tecnologia più avanzata
  • Nel corso di gare agonistiche o di partite all’interno dell’impiano sportivo deve essere presente personale formato all’utilizzo del defibrillatore
  • Gli obblighi gravano in capo a tutte le società o associazioni sportive dilettantistiche che praticano le discipline sportive riconosciute dal Coni
  • Sono escluse dall’obbligo di dotazione del defibrillatore e dalla presenza obbligatoria del personale formato durante le gare le società o associazioni sportive dilettantistiche che praticano la propria attività al di fuori di un impianto sportivo
  • Sono escluse dagli obblighi le società o associazioni sportive dilettantistiche che praticano sport a ridotto impegno cardiocircolatorio, il cui elenco è contenuto nell’allegato A del decreto (ad esempio: bowling, bocce, dama e freccette, ecc)

L’inadempimento

La novità di maggior rilievo introdotta è l’inadempimento all’obbligo della dotazione di defibrillatore.

L’art. 3

1. La mancanza del defibrillatore semiautomatico o a tecnologia più avanzata determina l’impossibilità di svolgere le attività di cui all’articolo 1.

ovvero l’impossibilità di (art. 1) svolgere gare inserite nei calendari delle Federazioni sportive nazionali e delle discipline sportive associate, lo svolgimento di attività sportive con modalità competitive ed attività agonistiche di prestazione disciplinate dagli enti di promozione sportiva, nonchè durante le gare organizzate da altre società dilettantistiche.

Scarica il decreto integrale completo di allegato

thumbnail of obbligo_defibrillatori_decreto_26_06_2017_gazzetta_ufficiale.jpg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto + 10 =

Articoli Correlati

110° salvato con il defibrillatore nel giorno della Festa del Cuore a Piacenza

E’ stato annunciato praticamente in diretta nel corso di un convegno allestito in occasione

Richiedi un preventivo

Una linea diretta per richiedere un preventivo

Compilando i dati, riceverete un preventivo in pochi istanti. Un esperto è a Vostra disposizione per rispondere a qualsiasi domanda per scritto o per richiamarVi quando preferite.HS1

Di quanti defibrillatori avete bisogno?

Nome e Cognome

Email (obbligatorio)

Telefono

Eventuali Domande

Ho letto e accetto l'informativa sulla Privacy. (obbligatorio)

×